MENU

Il tema del welfare nelle migliori aziende italiane: i nuovi trend

Il tema del welfare nelle migliori aziende italiane: i nuovi trend

 

Il Welfare e le Aziende Italiane

Great Place to Work® Italia è molto attenta alla tematica del welfare e nel mese di marzo ha preso parte a due importanti appuntamenti per discutere e riflettere i trend che stanno caratterizzando le aziende italiane.

Il 20 marzo 2017 a Milano si è tenuto un evento organizzato dal Corriere della Sera intitolato “Vuoi scoprire i nuovi trend sul welfare delle migliori aziende italiane?”.  
Alessandro Zollo, CEO di Great Place to Work® Italia, è stato invitato ad intervenire sul tema welfare illustrando le politiche e i trend delle migliori aziende.  Tra gli altri ospiti intervenuti: Pier Paolo Baretta (Sottosegretario Ministero Economia Finanze e Presidente Ares), Filippo Di Nardo (Giornalista di Lavoro e Welfare), Massimo Galeazzi (Hr Director di Menarini), Andrea Keller (Amministratore Delegato di Edenred Italia) e Massimo Sumberesi (Direttore Generale di Doxa e Marketing Advice), mentre Massimo Fracaro (Direttore di L’Economia, l’inserto de Il Corriere della Sera) è stato il moderatore dell'evento.


Il 29 marzo 2017 è andata in onda la puntata di Eta Beta, su Radio1 - Rai, che ha cercato di spiegare come i collaboratori poter conciliare lavoro e vita privata e come poter trasformare in competenze professionali le abilità acquisite crescendo i propri figli.  Tra gli ospiti anche Alessandro Zollo che ha raccontato alcune delle soluzioni più efficaci messe in atto dalle Best Companies.  Alcuni esempi? Lavoro part-time, asili nido, flessibilità, telelavoro, palestre.

Ascolta il podcast della puntata di Eta Beta Radio1 - Rai

podcast


Ricevi le ultime ricerche e gli aggiornamenti dal mondo Great Place to Work direttamente nella tua mail

REGISTRATI

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se continui ad utilizzare questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie e ai termini indicati nella Privacy Policy, in rispetto della normativa sul GDPR Per saperne di piu'

Approvo