Vision Pro: l'intervista realizzata ad Andrea Montuschi

Vision Pro: l'intervista realizzata ad Andrea Montuschi

La rivista Vision Pro ha intervistato Andrea Montuschi, Presidente di Great Place to Work Italia®. Molte le tematiche affrontate: dalle classifiche Best Workplaces (le Migliori Aziende per cui lavorare), alle analisi di clima aziendale; dall'employer branding alla cultura aziendale.

Eccone un estratto:

Tutti vi conoscono per le classifiche dei migliori posti di lavoro, ma in cosa consiste più precisamente la vostra attività?


Le classifiche dei Best Workplaces costituiscono la parte più immediatamente visibile della nostra attività, anche grazie al fatto che vengono pubblicate sul Corriere della Sera e hanno quindi grande eco mediatica. In realtà siamo principalmente consulenti in risorse umane.

La nostra mission è quella di migliorare gli ambienti di lavoro attraverso azioni di analisi e miglioramento del clima aziendale


In altre parole, abbiamo una doppia anima: quella di consulenti HR, che affiancano i clienti nel percorso di miglioramento del clima organizzativo, e quella di esperti di employer branding. A questa seconda anima si rivolgono le aziende interessate principalmente a essere certificate come “Great Workplace” o a entrare in classifica. La cosa che a noi interessa di più è che le aziende, a prescindere dal loro obiettivo, facciano sul serio, cioè siano determinate a operare i cambiamenti necessari per diventare un eccellente posto di lavoro.

Sui temi del clima aziendale, com'è la situazione delle aziende italiane rispetto a quelle degli altri Paesi?


Negli ultimi anni abbiamo notato un aumento di interesse anche in Italia, ma in generale le aziende italiane sono mediamente ancora meno sensibili di quelle straniere ai temi della motivazione, dell’engagement, del clima in generale. Proprio per questo motivo le organizzazioni che hanno compreso l’importanza del clima organizzativo e ci lavorano attivamente hanno un vero vantaggio competitivo rispetto alle altre, specialmente in Italia.
L'8 giugno scorso si è tenuto a Parigi il contest “Best Workplace Europe”, dove nuovamente nessuna azienda di casamadre italiana si è classificata fra le top 125. In Italia sono soprattutto le filiali italiane di aziende multinazionali a essere particolarmente attente alle politiche di benessere del personale, ma esistono anche bellissime realtà nostrane che, pur non raggiungendo gli altissimi livelli dei colleghi europei (specialmente dei nordici), ottengono grandi risultati nel nostro Paese. Se guardo ai primi posti delle classifiche italiane troviamo infatti aziende come Vetrya, da anni ai primi posti nel settore “aziende di medie dimensioni”, ed ETAss, piccola ma grande società di formazione della Brianza. Ma le aziende con casamadre italiane nella nostra classifica sono in aumento. Circa un terzo del totale, attualmente.


Leggete l'intervista completa!

Andrea Montuschi è Presidente di Great Place to Work® Italia


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se continui ad utilizzare questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie e ai termini indicati nella Privacy Policy, in rispetto della normativa sul GDPR Per saperne di piu'

Approvo